Giovani, Enti locali e rappresentanza

Giovani socialisti : modificare la Legge Delrio sulle elezioni provinciali senza demagogia inutile sulla rappresentanza.

Il referendum costituzionale dello scorso settembre, già dolosamente gettato nel dimenticatoio da tutti coloro che hanno partecipato alla “fiera del taglio, ha rappresentato uno spartiacque chiarissimo fra chi vuole picconare gli spazi di democrazia rappresentativa nel Paese inventando la balla del risparmio di quattro lire e chi vuole difendere il ruolo della rappresentanza .
Ma l’equazione taglio degli spazi assembleari e di rappresentanza uguale risparmio viene da lontano, da ormai un ventennio di forsennata propaganda tesa a svilire questo aspetto della democrazia che in combinato disposto con leggi elettorali con liste bloccate e candidature confezionate ad hoc da pochi notabili, esautorazione del valore di comunità dei partiti e abolizione del finanziamento pubblico , consegnano alle nuove generazioni un ingresso nella politica sempre più simile al paesaggio lunare.
Fra le molte riforme su questa cresta dell’onda c’è anche la Delrio del 2014, che trasforma in uno stranissimo Minotauro le province, non rendendo più eleggibile ai cittadini consiglio e presidente, bensì riducendo tutto l’elettorato attivo e passivo ai consiglieri comunali e sindaci in un conclave paranormale.
In un evento pubblico trasmesso in diretta facebook , con la presenza tra i relatori di esponenti locali e nazionali della giovanile e del partito e con un contributo anche del Presidente della Provincia Antonio Pompeo, affrontiamo con chiarezza la sofferenza della democrazia rappresentativa nel Paese e la necessità di porre subito rimedio alla Legge Delrio considerando la centralità di un ente intermedio fra comune e Regione, anche nell’ottica della imminente gestione decentrata delle risorse del Recovery Plan.
Come giovani socialisti sentiamo il dovere di combattere senza frontiere lo specchio per le allodole che risiede nel taglio della democrazia in nome del risparmio di pochi spicci


Federazione Giovani Socialisti Frosinone – Circolo Pietro Nenni

Addio sergente!

830273_493813640678526_518195562_o

Ci siamo conosciuti grazie a questa foto, che scattai ad uno dei primi congressi del PSI a cui ho partecipato. Compagno sempre disponibile e attento alle proposte e alle iniziative messe in campo, soprattutto se provenivano dalla federazione giovanile. Continua a leggere “Addio sergente!”

Primo storico appuntamento del tavolo per l’edilizia scolastica in Provincia. Riggi: “Fortemente voluto dai Giovani Socialisti”

foto-tavolo-edilizia-scolastica-1

I Giovani Socialisti della provincia di Frosinone sono lieti di annunciare che  mercoledì 13 ottobre 2016 si è tenuto, presso gli uffici della Provincia, il primo appuntamento del tavolo provinciale permanente per l’edilizia scolastica. Continua a leggere “Primo storico appuntamento del tavolo per l’edilizia scolastica in Provincia. Riggi: “Fortemente voluto dai Giovani Socialisti””

Campagna tesseramento provinciale 2016 – “Una rosa può cambiare la Ciociaria”

campagna tesseramentociociaria definitiva.pngGiovani da oltre un secolo! La Federazione Giovani Socialisti della Provincia di Frosinone dà il via alla campagna di tesseramento 2016, denominata “Una rosa può cambiare la Ciociaria”.

Iscriversi oggi alla FGS significa sostenere una forza politica giovanile che si batte per i diritti dei giovani nell’ambito della scuola, dell’università, del lavoro e della vita sociale. In un periodo nel quale l’importanza e il ruolo della politica sembrano essere, pericolosamente, messi in discussione, noi Giovani Socialisti, attraverso le nostre iniziative, ci poniamo l’obiettivo di riavvicinare le persone, soprattutto i giovani, alla vita pubblica e politica del nostro territorio. I mass-media, oramai, descrivono la politica come un’attività velleitaria e finalizzata all’interesse di pochi, inaccessibile ai cittadini che hanno voglia di impegnarsi. Secondo noi questa immagine non corrisponde sempre alla realtà, la nostra esperienza, infatti, ci dimostra il contrario: l’attività politica è aggregazione, passione, emozione, impegno e servizio verso la cittadinanza, non è lo spettacolo volgare e di bassa qualità che troppo spesso ci fanno vedere in televisione.

Negli ultimi anni abbiamo lavorato molto per cercare di difendere i diritti dei giovani nel nostro territorio, purtroppo non sempre siamo riusciti ad ottenere ciò che volevamo, però, non ci scoraggiamo. Qualche risultato, con molta fatica, siamo riusciti ad ottenerlo: in provincia, l’istituzione di un tavolo permanente dell’edilizia scolastica, nel comune capoluogo, invece, l’approvazione in consiglio comunale del regolamento del Consiglio dei Giovani. La nostra provincia è stata colpita da una gravissima crisi del lavoro che, negli ultimi anni, ha provocato un aumento spaventoso della disoccupazione giovanile; una piaga che ha costretto molti nostri coetanei ad emigrare altrove per costruirsi una prospettiva di vita. Ai giovani che sono rimasti lanciamo un appello: lavoriamo assieme per costruire il nostro futuro qui, nella nostra terra. Solamente l’impegno e l’entusiasmo di noi giovani possono dare a questo territorio una speranza di rinascita.

Nei prossimi mesi attraverseremo tutta la provincia di Frosinone per incontrare i giovani del territorio e per lanciare il nostro appello. Le date del nostro “tour” saranno pubblicate a breve sul sito fgsprovinciadifrosinone.wordpress.com. Per quanto riguarda il tesseramento, invece, tutti coloro che hanno un’età compresa tra i 14 ed i 32 e che vogliono tesserarsi alla FGS possono scriverci all’indirizzo di posta elettronica fgs.prov.frosinone@gmail.com oppure possono chiamarci al numero 3393149399.

Daniele Riggi – segretario provinciale dei Giovani Socialisti