Amore Tagliente

Nel giorno di San Valentino i Giovani Socialisti donano al Sindaco della città un paio di forbici rosse visto l’amore dell’amministrazione Ottaviani per i tagli.


Il nostro è un gesto simbolico mentre i tagli sono una triste realtà afferma il presidente dei Giovani Socialisti di Frosinone Giancarlo Bronzetti


Come organizzazione politica giovanile abbiamo lottato, a fianco della rete degli studenti medi, contro i tagli alla cultura e allo sport ottenendo anche dei risultati importanti come il ripristino dall’apertura della biblioteca nelle ore mattutine.


Ma non intendiamo fermarci finché non sarà assicurato, in modo soddisfacente e confacente alle esigenze della cittadinanza, soprattutto di quella giovanile, Il pieno godimento dei servizi inerenti la cultura e lo sport.


Pertanto invitiamo tutti i giovani frusinati a lottare insieme a noi per il raggiungimento di questi obbiettivi, riconquistando servizi indispensabili per la città che noi amiamo, diversamente da chi è innamorato solamente dei tagli.

Verso le lezioni comunali: i Giovani Socialisti dicono la loro sul centro storico di Frosinone

 

Il coordinatore provinciale dei Giovani Socialisti Daniele Riggi, intervistato dai microfoni di Lazio TV, esprime la posizione della FGS sul centro storico di Frosinone. Le tematiche trattate sono varie: dall’evidente spopolamento alla mancata valorizzazione di strutture importanti come il museo comunale e la biblioteca.

“Lo scandalo MPS e il Capitalismo ‘familista’ italiano” – Daniele Riggi scrive all'”Avanti!”

mps

 

Alla fine degli anni ’80 il noto giornalista americano Alan Friedman scrisse due libri, molto importanti, ovvero “Tutto in famiglia” e “Ce la farà il capitalismo italiano?”. Perché importanti? Perché svelarono, come solamente l’occhio di un osservatore esterno avrebbe potuto fare, la vera natura del capitalismo italiano: un sistema fondato sul familismo amorale, capace di autoriprodursi senza alcuno scrupolo, allergico a qualsiasi gerarchia fondata sul merito e sul valore della competenza. Un capitalismo furbo e arraffone, che vuole fare profitto investendo poco e rischiando nulla, e che grazie ad una estesa rete di legami familiari e di potere, evita sempre la concorrenza, puntando al monopolio. Questa è la sintesi di un modus operandi che purtroppo, da sempre, ha reso profondamente fragile la grande industria e la grande finanza del nostro paese al cospetto dei mercati internazionali, dove la concorrenza è spietata.
Continua a leggere ““Lo scandalo MPS e il Capitalismo ‘familista’ italiano” – Daniele Riggi scrive all’”Avanti!””