I giovani di oggi e la politica – di Mateo Zemblaku

non-e-un-paese-per-giovani

Le prossime elezioni politiche sono ormai alle porte, come noto, inoltre, si voterà anche per il rinnovo dei consigli regionali del Lazio e della Lombardia. Tra le forze politiche che sono scese in campo ormai in piena campagna elettorale, e i sondaggi che ora danno in testa quello ora questo, un dato emerge allarmante: sette giovani su dieci, di età compresa tra i 18 e 20 anni, non andranno a votare.

Le motivazioni possono essere molteplici, e si potrebbero additare alle politiche degli ultimi anni che non sempre hanno saputo intercettare i bisogni delle giovani generazioni, come anche al profondo mutamento della società oppure ancora al semplice disinteresse e menefreghismo. Le conseguenza tuttavia sono ancor più gravi. Infatti, a parer di chi scrive, il solo modo per far si che si presentino, e si adottino politiche giovanili di largo e positivo impatto sulla vita dei giovani italiani, è quello per cui i giovani stessi scendano in piazza e manifestino il loro pensiero. Chi può farsi portatore di questi interessi e bisogni se non i giovani stessi? Se bisogna pensare al futuro, chi meglio dei giovani può averne una visione innovativa? solo i giovani stessi possono portare alla ribalta, alla conoscenza della politica le problematiche che gli attagliano, un esempio per tutti credo possa bastare: lo scorso 22 dicembre è stato approvato dal consiglio comunale di Frosinone il consiglio dei giovani fortemente voluto dal giovane consigliere socialista Daniele Riggi. Tale proposta, che ha come riferimento i giovani dai 15 ai 25 anni in realtà serpeggiava nell’aria da anni, ma non era mai stata concretamente attuata. Solo e grazie all’impegno di un giovane consigliere (il più giovane dell’assise consiliare ) è stato possibile l’attuazione del consiglio dei giovani. Questo è più che significativo! Insieme, potremo cambiare il paese, tutti i giovani insieme, possono farcela. Solo se i giovani torneranno ad interessarsi di più della vita politica e sociale del paese, portando alla ribalta le problematiche di questa generazione, potranno queste tematiche essere affrontate e risolte. Prendiamo in mano il nostro futuro…andiamo a votare, impegnamoci mettendoci personalmente in gioco, e chi sa che alle prossime tornate elettorali non ci siano, tra l’elettorato passivo, più giovani degli anni precedenti….prendiamoci il nostro futuro…INSIEME….AVANTI

Mateo Zemblaku, segretario cittadino FGS Frosinone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...