Al Comune di Frosinone è possibile fare domanda per il reddito di inclusione

DSC_0148
Il consigliere comunale Daniele Riggi

Dal 1° dicembre, presso lo sportello famiglia dei servizi sociali di Frosinone (via Armando Fabi) sarà possibile presentare domanda per accedere al REI – Reddito di Inclusione, che sostituirà il Sostegno all’inclusione attiva (Sia) e l’Asdi, l’Assegno di disoccupazione.

Il Reddito di inclusione è una misura di contrasto alla povertà dal carattere universale, dipendente dalla valutazione della condizione economica. Verrà erogato dal 1° gennaio 2018. Il REI si compone di un beneficio economico, erogato mensilmente attraverso una carta di pagamento elettronica (Carta REI), e di un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa, predisposto sotto la regia dei Servizi Sociali del Comune. Diversi i requisiti per potervi accedere: il richiedente, infatti, deve essere congiuntamente cittadino dell’Unione o suo familiare che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino di paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo; deve essere residente in Italia, in via continuativa, da almeno due anni al momento della presentazione della domanda. Il nucleo familiare deve includere un minorenne, o una donna in stato di gravidanza accertata o una persona con disabilità e almeno un suo genitore o un suo tutore; oppure, deve comprendere la presenza di un componente che abbia compiuto 55 anni con specifici requisiti di disoccupazione. Tra i requisiti economici per accedere al REI, appaiono un valore ISEE in corso di validità non superiore a 6mila euro e quello ISR non superiore a 3mila euro. Il beneficio economico varia in base al numero dei componenti del nucleo familiare e dipende dalle risorse economiche già possedute dal nucleo medesimo. In linea generale, il REI prevede un sostegno economico (fino a un massimo di circa 485 euro mensili per le famiglie più numerose) accompagnato da servizi personalizzati per l’inclusione sociale e lavorativa. Per conoscere effettivamente la somma spettante dall’INPS è necessario detrarre eventuali altri contributi assistenziali, se condizionati all’ISEE o al reddito del nucleo. La domanda va presentata dall’interessato o da un componente del nucleo familiare presso lo Sportello della Famiglia, ubicato nei locali del Comune di Frosinone dell’ex Mtc, allegando attestazione ISEE in corso di validità, dichiarazione Sostitutiva Unica, documento di identità in corso di validità, codice fiscale. Il beneficio economico viene erogato mensilmente attraverso una Carta di pagamento elettronica (Carta REI), che permetterà di effettuare acquisti e di pagare le bollette presso gli uffici postali. In più, darà diritto a uno sconto del 5% in esercizi convenzionati. Al Rei si affiancheranno i progetti personalizzati di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa. Qualora, in fase di analisi preliminare, dovesse emergere che la situazione di povertà è prioritariamente connessa alla mancanza di lavoro, il progetto personalizzato sarà sostituito dal “Patto di Servizio” o dal “Programma di ricerca intensiva di occupazione” di cui al D.Lgs. n. 150/2015 – art.20.

Fonte: sito del Comune di Frosinone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...