Verde e Sponsor

Un anno fa, precisamente nell’agosto del 2013, l’amministrazione comunale aveva dichiarato, in un comunicato dell’ufficio stampa del comune di Frosinone, di aver avviato il progetto, denominato “Realizza e … adotta un aiuola”, per la realizzazione di aiuole spartitraffico e rotatorie che avrebbero contenuto al loro interno essenze arboree ed aree a verde. Quest’estate l’amministrazione ha addirittura ribadito di voler portare avanti il progetto: “Aiuole e rotatorie curate e manutenute gratuitamente dai privati in cambio della pubblicità. E’ questa la novità introdotta dal consiglio comunale di Frosinone (…)” (fonte quotidiano “La Provincia”, 27 luglio 2014). Solamente pochi giorni fa, però, è stato finalmente reso pubblico il bando che permette ai privati di realizzare e sponsorizzare nuove rotatorie cittadine. In sostanza, in linea con quanto veniva dichiarato nei precedenti comunicati dell’amministrazione, il privato provvede alla realizzazione ed alla manutenzione gratuita di rotatorie, che verranno abbellite con delle aiuole, curate anch’esse dal privato, in cambio della concessione di uno spazio pubblicitario, il tutto, ovviamente, a beneficio delle casse comunali. Noi giovani socialisti siamo alquanto stupiti da tutto ciò.

Il nostro stupore deriva dal fatto che nella nostra città esiste già un progetto sulle aree verdi. Il 18 novembre del 2002, infatti, con la delibera di giunta comunale n.470 veniva introdotto il progetto “Giardini in città”, nato proprio per garantire la cura e la manutenzione gratuita delle aree verdi della città in cambio della concessione ai privati di spazi pubblicitari. Il progetto, che nel 2003 fu affidato, dal sindaco di allora Domenico Marzi, al consigliere comunale Gerardina Morelli, è durato ininterrottamente per nove anni. I risultati conseguiti sono tuttora tangibili, infatti numerose aree verdi della città continuano ad essere curate e manutenute dai privati che hanno partecipato a “Giardini in città”; sulle targhe degli sponsor è ancora perfettamente visibile il logo del progetto. L’iniziativa del 2002 tra l’altro, a differenza di quella attuale intrapresa dall’amministrazione, era estesa anche alle aree di interesse storico, artistico e culturale, infatti la fontana storica Livio De Carolis è stata restaurata grazie proprio ai fondi reperiti con il progetto.

L’amministrazione Ottaviani, dunque, afferma di voler realizzare per la prima volta nella nostra città un progetto per la cura delle aree verdi quando, in realtà, questo progetto esiste già dal 2002. Quello che si sta per realizzare, quindi, non è affatto una novità. Perché è stato creato ex novo un altro progetto con tanto di nuova denominazione ? Non bastava semplicemente riprendere il precedente e perfezionarlo ? Tra l’altro […] ci risulta che, nel frattempo, sono stati realizzati interventi di manutenzione di aree verdi e di abbellimento delle rotatorie, come per esempio quelli effettuato sulle rotatorie del quartiere Madonna della neve e del Campo Sportivo, senza applicare la procedura prevista da “Giardini in città” e, addirittura, nemmeno quella del nuovo progetto “Realizza e … adotta un’aiuola” ! Si è preferito spendere, per l’ennesima volta, i soldi delle casse comunali quando, invece, era possibile evitarlo. Insomma, oltre al danno anche la beffa, e intanto a rimetterci sono sempre la città e i cittadini.

Daniele Riggi, segretario giovani socialisti Frosinone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...